Sapevi che invece dei ponteggi puoi fare in un altro modo?

Come effettuare la pulizia della canna fumaria
  • Chiama Officine Verticali
  • Sede Legale e Operativa: Colleferro (Roma)Corso Garibaldi, 14
  • Sede Operativa: Monza (MB)Via Mercadante 33/a

Come effettuare la pulizia della canna fumaria


La corretta manutenzione della canna fumaria garantisce non solo un buon funzionamento dell’impianto ma anche la sua sicurezza: ecco come effettuare la pulizia della canna fumaria per mantenere in buono stato l’intero impianto.

La regolarità è essenziale come lo è affidarsi a professionisti che possano eseguire il lavoro in modo rapido ed efficace. E in completa sicurezza. La tecnica di lavoro su fune garantisce un intervento più veloce ed efficiente perché bypassa la necessità di utilizzare ponteggi o piattaforme sospese.

I depositi di fuliggine che si accumulano nel tempo, se non rimossi, possono ostruire la canna fumaria e provocare problemi di tiraggio o addirittura prendere fuoco, provocando danni al tetto oltre che all’impianto in sé. Ecco perché è importante prevedere una pulizia periodica e corretta che garantirà anche un ciclo di vita più lungo all’impianto insieme a una migliore efficienza.

Alcuni segni inequivocabili vi avvertiranno che è il momento di pulire la canna fumaria: un peggioramento nel tiraggio, la presenza di fuliggine sul pavimento, il ristagno di fumo nella stanza in cui si trova il camino o la stufa. Se uno o più segni citati sono presenti non potete più rimandare la pulizia.

Un intervento di accurata pulizia eseguito da professionisti garantisce l’eliminazione di ogni accumulo di fuliggine provocato dai materiali combusti. I problemi di tiraggio sono subito risolti e la sicurezza dell’impianto è ripristinata.

Eliminando la necessità del ponteggio, inoltre, i costi saranno ridotti e la frequenza di intervento inciderà meno sul budget. Anche i tempi saranno più rapidi, senza nessun disagio per gli abitanti della casa. Tutto avviene inoltre nella massima sicurezza sia per gli operatori che lavorano su doppia fune che per i redisenti, a cui si risparmia la limitazione di libertà imposta dal ponteggio.

Affidandosi a professionisti del settore, inoltre, sarà possibile programmare in anticipo con periodicità fissa pulizia e manutenzione per evitare di incorrere nei problemi di accumulo di fuliggine e nei rischi per la sicurezza dell’impianto. Ogni quanto tempo è consigliabile pulire la canna fumaria del condominio o di casa? In media ogni 400 chili di legna bruciata e comunque almeno ogni due anni.