Sapevi che invece dei ponteggi puoi fare in un altro modo?

Risanamento dell’intonaco esterno di facciata, dei cornicioni e dei balconi
  • Chiama Officine Verticali
  • Sede Legale e Operativa: Colleferro (Roma)Corso Garibaldi, 14
  • Sede Operativa: Monza (MB)Via Mercadante 33/a

Risanamento dell’intonaco esterno di facciata, dei cornicioni e dei balconi


Il lavoro edile su fune consente di risanare l’intonaco esterno di facciata, cornicioni e balconi senza la necessità di ricorrere ad un ponteggio. I lavori così sono più rapidi, veloci e annullano i disagi di un ponteggio ingombrante e invadente davanti a porte e finestre.

Il metodo di intervento su fune è vantaggioso ed economico che si tratti del deterioramento della facciata, dei cornicioni, dei cavedi o dei balconi e quali che ne siano le ragioni – eccesso di umidità, agenti atmosferici, smog, guano di uccelli, errori di progettazione o fisiologico invecchiamento delle strutture.

Dopo aver individuato le cause del deterioramento si determina la modalità di intervento per porre rimedio al problema, risanando parzialmente o interamente l’intonaco o rifacendo l’intero rivestimento dopo aver rimosso quello vecchio.

Non saranno necessari né ponteggio né piattaforme aeree perché gli operai si calano su fune direttamente davanti alla facciata e lavorano sospesi in quota utilizzando una mantovana per prevenire la caduta di materiale.

Si inizia rimuovendo l’intonaco danneggiato, dunque si ripulisce e si raschia la zona da risanare. Dopo aver sigillato le eventuali fessure e operato tutti gli interventi necessari si finisce il lavoro ripristinando l’intonaco e tinteggiandolo.

I vantaggi del lavoro su fune sono molteplici. Si abbattono i costi di noleggio e costruzione del ponteggio e anche i disagi derivanti dall’eventuale intrusione di ladri protetti dalle impalcature. I residenti inoltre non dovranno rinunciare all’accesso agli spazi esterni della propria casa durante i lavori.

Il lavoro su corda rende l’intervento più agile e rapido e consente di raggiungere anche punti difficili con relativa facilità. In questo modo anche i tempi saranno ridotti, con un risparmio su tutta la linea.

L’esborso da sostenere di conseguenza riguarda solo il lavoro a metro quadro e la manodopera necessaria per realizzarlo, senza tutti i costi fissi legati al nolo e alle operazioni di montaggio e smontaggio delle impalcature.