Sapevi che invece dei ponteggi puoi fare in un altro modo?

Le tecniche per l’abbattimento degli alberi inclinati
  • Chiama Officine Verticali
  • Sede Legale e Operativa: Colleferro (Roma)Corso Garibaldi, 14

Le tecniche per l’abbattimento degli alberi inclinati


Abbattere un albero inclinato richiede una particolare cura dal momento che c’è il rischio di una rottura improvvisa del fusto. Una caduta imprevista può causare danni sia alle persone che a eventuali cose nelle vicinanze, costruzioni incluse.

Esistono diverse tecniche per l’abbattimento degli alberi inclinati ma è sempre consigliabile rivolgersi a una ditta specializzata che può progettare ed eseguire l’intervento nel migliore dei modi e in completa sicurezza. È essenziale affidarsi a esperti specialmente se l’albero da tagliare ha un diametro importante e un’altezza considerevole perché non è sempre facile considerare tutte le variabili che possono andare storte durante il taglio.

Prima di iniziare bisogna sfrondare la parte bassa dell’albero in modo da eliminare i rami e i polloni che possono rendere difficoltose le operazioni di taglio vero e proprio. Dopo questa preparazione si può procedere al taglio.

Per evitare infortuni e limitare il rischio di caduta accidentale si procede di base alla creazione di una tacca di taglio, o taglio di direzionamento. Dal lato opposto si pratica il cosiddetto taglio di abbattimento in modo da indirizzare la caduta dove si può controllare meglio. Si lavora sempre ai lati evitando di posizionarsi dietro l’albero. Questa tecnica richiede una buona padronanza della motosega e una grande attenzione nel procedimento perciò è cruciale che a eseguirla sia un professionista.

Se l’albero è inclinato nella direzione opposta a quella di caduta bisogna prestare ancora più attenzione alla tecnica di taglio per guidarne la caduta il più possibile nella zona desiderata, anche con l’aiuto di un trattore o, in caso di mancanza di sufficiente spazio per le manovre, di un sistema di argano e cavi.

Bisogna anche essere in grado di calcolare l’ampiezza della zona di pericolo tutto intorno all’albero e raddoppiare la zona di caduta rispetto alla lunghezza della pianta, tenendo conto anche dell’eventuale inclinazione del suolo. Quando l’albero cade nella direzione desiderata, bisogna sempre dirigersi dal lato opposto per allontanarsi al massimo dall’area di caduta.